PROGRAMMA INTERREG V-A ITALIA - CROAZIA


Obiettivi principali
L’adesione della Croazia all’Unione Europea ha dato spazio all’istituzione del primo programma di cooperazione transfrontaliera «Interreg V-A» tra Italia e Croazia, che sosterrà la cooperazione in tutto il mar Adriatico con l’obiettivo di aumentare la prosperità e incrementare il potenziale di crescita blu dell’area.
Il programma intende sviluppare le condizioni locali per innovare i settori dell’economia blu nell’area di cooperazione, migliorare il monitoraggio dei cambiamenti climatici e supportare l’attuazione di misure di adattamento. Per garantire la sostenibilità ambientale, il programma migliorerà i servizi e i nodi di trasporto marittimo e costiero mediante investimenti nelle infrastrutture portuali e nei trasporti marittimi in un’ottica multimodale. Il programma intende infine impiegare il patrimonio naturale e culturale quale elemento trainante di uno sviluppo territoriale sostenibile ed equilibrato.


Priorità di finanziamento
Il programma sarà incentrato sulle seguenti cinque priorità:
1. Innovazione blu
2. Sicurezza e resilienza
3. Patrimonio ambientale e culturale
4. Trasporto marittimo
5. Assistenza tecnica

 

Impatti previsti

  • Piattaforme, reti e piattaforme di sostegno nuove per migliorare il trasferimento delle conoscenze e la capitalizzazione dei risultati conseguiti nel settore dell’economia blu
  • Creazione di catene logistiche transfrontaliere mediante investimenti in ricerca e innovazione
  • Maggiore coordinamento dei piani di emergenza generale e preparazione ai rischi di inondazione, compreso il miglioramento dei sistemi esistenti di preallarme e di supporto alle decisioni
  • Sviluppo di prodotti e servizi turistici transfrontalieri sostenibili
  • Collegamento tra gli itinerari turistici meno frequentati e le mete più apprezzate per ridurre la pressione sulle principali località dell’area
  • Sviluppo di strategie di cooperazione per la conservazione e la promozione del patrimonio naturale e culturale (anche mediante la riduzione della pressione umana e della stagionalità)
  • Sviluppo di modelli per il monitoraggio delle specie e sperimentazione di modelli di pesca sostenibili
  • Attività pilota per l’implementazione di tecnologie di rilevamento dei rifiuti marini (radar, piattaforme sensore, gestione dei dati multispettrali, soluzioni per la prevenzione dei rifiuti marini)
  • Armonizzazione delle procedure amministrative e miglioramento del sistema di gestione della qualità dei porti per il trasporto merci e il trasporto passeggeri, dei collegamenti con i nodi interni e del sistema logistico integrato
  • Sviluppo di un centro comune per il controllo del traffico navale per il monitoraggio delle imbarcazioni in circolazione nell’area e la salvaguardia dell’ambiente


Regioni interessate
Croazia: Jadranska Hrvatska
Italia: Abruzzo, Molise, Puglia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Marche


Fondo di riferimento
FESR: 201.357.220,00 €


Budget totale
Budget totale PO: 236.890.849,00 €
Budget totale contributo UE: 201.357.220,00 €


Richiedi informazioni!

Per la tua impresa, organizzazione culturale, scuola, associazione no-profit

Informativa estesa sull'uso dei cookies