PROGRAMMA INTERREG V-A ITALIA - MALTA


Obiettivi principali
Il programma promuoverà l’innovazione, un ambiente più sicuro, la tutela delle risorse naturali e culturali e misure per la sicurezza dell’ambiente marino e costiero allo scopo di migliorare la qualità della vita e la salute dei cittadini. Affronterà le problematiche legate al cambiamento climatico, la mobilità sostenibile e l’occupazione e formazione nell’area transfrontaliera. Le azioni in tali settori prioritari saranno integrate dall’impegno volto a favorire una più stretta collaborazione delle amministrazioni, contribuendo allo sviluppo integrato e sostenibile della regione frontaliera.


Priorità di finanziamento
Il programma è incentrato sulle seguenti tre priorità:
1. Promuovere la crescita intelligente e sostenibile attraverso la ricerca e l’innovazione
Tale priorità mira agli investimenti in ricerca e innovazione sostenendo lo sviluppo di prodotti e servizi per i cluster, rafforzando l’innovazione attraverso living lab/hub per i servizi alle imprese e alle pubbliche amministrazioni, valorizzando il sistema produttivo e gli spin-off tra università e imprese e promuovendo la mobilità transfrontaliera dei ricercatori.
2. Promuovere la competitività dell’area transfrontaliera
Tale priorità mira alla promozione dell’imprenditorialità mediante la creazione di nuove imprese in settori collegati alla salvaguardia dell’ambiente e al miglioramento della qualità della vita e della salute dei cittadini, al sostegno alle PMI nello sviluppo di servizi transfrontalieri che conducano alla creazione e allo sviluppo di realtà innovative sociali (spazi di co-working, fab lab, ecc.) e alla promozione di mercati del lavoro e network transfrontalieri per agevolare la mobilità dei lavoratori.
3. Tutelare l’ambiente e promuovere l’efficienza delle risorse
Tale priorità mira alla promozione degli investimenti per affrontare rischi specifici, allo sviluppo di strumenti di gestione dei disastri che contribuiscano alla sicurezza nell’area transfrontaliera e a una gestione dei rischi comune per mitigare gli effetti del cambiamento climatico. Mira, inoltre, alla riduzione dei pericoli per l’ambiente marino e degli altri rischi naturali e alla tutela della biodiversità.


Risultati attesi

  • 100 imprese sostenute, di cui 20 impegnate nello sviluppo di servizi innovativi e nuove tecnologie
  • 95 ulteriori istituzioni pubbliche incaricate di adottare strategie per affrontare il cambiamento climatico
  • Sviluppo di diversi progetti collegati alla conservazione e all’attrattività del territorio
  • Istituzione di 3 network transfrontalieri per promuovere l’occupazione, soddisfare la domanda e l’offerta nel mercato del lavoro transfrontaliero e creare piani d’azione per sensibilizzare alla gestione della biodiversità e agevolarla
  • 200 partecipanti coinvolti in iniziative di mobilità transfrontaliera sostenibile
  • 4 campagne di sensibilizzazione per l’uso appropriato delle aree protette
  • Maggiore utilizzo dei sistemi tecnologici per monitorare l’area transfrontaliera

 

Regioni interessate

  • Italia: Sicilia
  • Malta

 

Fondo di riferimento
FESR:  43.952.171,00 €


Budget totale
Budget totale PO: 51.708.438,00 €
Budget totale contributo UE: 43.952.171,00 €


Richiedi informazioni!

Per la tua impresa, organizzazione culturale, scuola, associazione no-profit

Informativa estesa sull'uso dei cookies